Lotteria degli scontrini – Provvedimento del Garante

Il Garante Privacy ha dato il via libera alla “lotteria degli scontrini” che entrerà in vigore il 1.7.2020.

Di seguito si analizza il Provvedimento del Garante.

Modalità di formazione del “codice lotteria”

  1. Il consumatore dovrà richiedere il “codice lotteria” nell’area pubblica del “Portale Lotteria” dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, senza obbligo alcuno di identificazione, stampandolo o salvandolo su dispositivo mobile per essere esibito all’esercente al momento dell’acquisto. ll codice lotteria è costituito da un codice “pseudonimo” alfanumerico, composto da 8 caratteri, univocamente e randomicamente associato al codice fiscale del consumatore finale e il consumatore ha la facoltà di generare più codici lotteria ad esso associati, tutti ugualmente validi ai fini della lotteria
  2. L’Agenzia delle dogane e dei monopoli creerà un Data Base, con i seguenti dati: partita IVA e denominazione dell’esercente; identificativo/progressivo completo del corrispettivo; data e ora dell’acquisto; importo totale del bene/servizio, distinguendo tra importo pagato in contanti, importo pagato con strumenti elettronici e importo non pagato; codice lotteria del cliente; data di trasmissione del corrispettivo.

Modalità di utilizzo del “codice lotteria”

  1. Il consumatore al momento dell’acquisto fornisce agli esercenti il proprio codice lotteria;
  2. Gli esercenti non devono identificare il consumatore, quindi il dato acquisito rimane anonimo per il punto vendita in quanto non riconducibile alla persona;
  3. Nel caso in cui l’esercente rifiuti di acquisire il codice lotteria, il consumatore può segnalare tale circostanza nella sezione dedicata del portale Lotteria del sito internet dell’Agenzia delle entrate;
  4. l’esercente non può utilizzare il dato del “codice lotteria” per altre finalità;
  5. È possibile, altresì, partecipare all’estrazione anche con riferimento agli acquisti effettuati fuori dell’esercizio di attività d’impresa, arte o professione, documentati con fattura, purché anche quest’ultima sia oggetto di trasmissione telematica all’Agenzia delle entrate 

Soggetti esclusi dalla lotteria

  1. Non possono partecipare alla lotteria i consumatori tenuti a fornire il codice fiscale per usufruire delle deduzioni o detrazioni d’imposta (es: acquisti di prodotti farmaceutici)
  2. Non possono partecipare alla lotteria i soggetti che esercitano un’attività d’impresa o di arte e professione e che sono obbligati a richiedere la fattura

Il Garante precisa che “i dati oggetto di memorizzazione elettronica e di trasmissione telematica all’Agenzia delle entrate, ai fini della lotteria, seppur sottoposti a pseudonimizzazione, debbono essere considerati come dati personali in quanto rappresentano informazioni su persone fisiche identificabili”.

Ciò significa che il Data Base con i dati della lotteria deve essere protetto con le misure di sicurezza adeguate alla tipologia del trattamento.

Fonte: Garante Privacy

Show CommentsClose Comments

Leave a comment